DOMANDE E RISPOSTE
                            sull'efficienza energetica

Come funzionano le valvole termostatiche ?
Le valvole termostatiche sono tipicamente impiegate nei radiatori degli impianti di riscaldamento. Il loro funzionamento è molto semplice: per ogni radiatore si sostituisce la valvola manuale con una valvola termostatica che è dotata di un elemento di comando in grado di regolare automaticamente l'afflusso di acqua calda in base alla temperatura desiderata. In questo modo si ottengono indesiderati incrementi di temperatura e risparmi energetici nell'ordine del 10-20%.

Cos'è il cappotto termico ?
È un isolamento termico esterno di un edificio e può essere realizzato "a cappotto" o tramite intercapedine. Solitamente l'isolamento a cappotto prevede l'incollaggio, lungo i muri esterni, di pannelli termoisolanti con spessore minimo di 6 cm. Viene poi rinforzato con una rete di armatura in fibra di vetro, annegata in una malta e poi rifinita con un intonaco protettivo e rinforzato con tessuto di vetro. Questo sistema permette di evitare sbalzi termici, formazioni di condense e muffe nonché un aumento del comfort termico consentendo un notevole risparmio energetico.

 

Cos'è una casa passiva ?
È un particolare standard costruttivo Svedese, molto diffuso in Germania e Austria, basato sull'integrazione di tecnologie e materiali che assicurano all'edificio una elevata qualità abitativa e una sensibile riduzione dei consumi energetici. Sono caratterizzati da un involucro altamente coibentato e privo di ponti termici, con ampie vetrate a sud, dotati di un sistema di ventilazione controllata per il recupero del calore, sfruttando passivamente gli apporti solari e le sorgenti di calore interne (persone, apparecchiature, macchinari, illuminazione artificiale) senza usufruire di un impianto termico convenzionale per il riscaldamento (caldaie, termosifoni).

Quanto grande è un impianto fotovoltaico per uso domestico ?
Considerando che una famiglia media composta da 4 persone in una villetta monofamiliare nel nord Italia consuma circa 4400 kWh annui, possiamo pensare ad un impianto fotovoltaico ideale da 3 kWp che necessita di una superficie, per i soli moduli, inferiore ai 25 mq ricorrendo all'installazione di un'unica stringa composta da un numero di pannelli che si aggiro intorno a 20, a seconda della tecnologia impiegata.

È vero che con l'impianto fotovoltaico non ho più bisogno di avere la casa collegata alla rete elettrica ?
Teoricamente potrebbe essere possibile, ma non sarebbe sicuramente economicamente conveniente perché si perderebbero i vantaggi fondamentali (per ripagarsi l'impianto) legati alla possibilità di usufruire del cosiddetto "Conto Energia", ovvero il meccanismo di incentivazione che consente nell'erogazione di una tariffa proporzionale all'energia elettrica prodotta e riconosciuta per un periodo di 20 anni.

Posso vendere l'energia prodotta con l'impianto fotovoltaico ?
Certo, è possibile la vendita dell'energia direttamente al GSE (ritiro dedicato). Il regime di "cessione in rete" permette di vendere l'energia prodotta con un impianto fotovoltaico ed è vantaggioso nel caso in cui l'energia totale prodotta in un anno supera notevolmente quella consumata.

Per installare un impianto radiante vanno tolti i pavimenti ?
Non necessariamente. Gli impianti radianti possono essere a pavimento, a soffitto o a parete e funzionano sempre per irraggiamento. Per gli impianti radianti a pavimento, esistono oggi nuove tecniche di posa e la possibilità di fissare i pannelli direttamente sulla vecchia pavimentazione, riducendo al minimo le opere murarie accessorie, normalmente necessarie per impianti di questo tipo.